Altro
    HomeSenza categoriaAccadde oggi: l'Asse Roma-Berlino sostiene Francisco Franco

    Accadde oggi: l’Asse Roma-Berlino sostiene Francisco Franco

    Pubblicato il

    È al 26 luglio 1936 che si riconduce la decisione definitiva dell’Asse Roma-Berlino di fornire sostegno militare allo schieramento nazionalista spagnolo, responsabile del colpo di Stato del 17 luglio 1936. La Spagna, in quel momento e fino al termine del conflitto, era suddivisa in due aree: la parte ‘azul’ dei nazionalisti e quella ‘roja’ dei repubblicani, prima del ‘golpe’ legittimamente al Governo. Alla guida del moto rivoluzionario vi era Francisco Franco, lo storico generale che instaurò la dittatura fascista spagnola fino al giorno della sua morte (1975). Questo regime dalla durata quasi quarantennale dovette molto al supporto ricevuto dalle forze alleate: un sostegno in alcun modo confrontabile con il ben più ridotto destinato ai repubblicani e, probabilmente, tra gli elementi maggiormente determinanti per la vittoria finale.

    Il ruolo di Italia e Germania

    Prima di analizzare l’effettivo ruolo rivestito da Italia e Germania nel corso della guerra civile, è bene sottolineare come l’espressione “Asse Roma-Berlino” divenne popolare successivamente alla suddetta decisione: per comodità risulta ugualmente opportuno il suo impiego anche per questioni antecedenti rispetto alla reale introduzione, ma è fondamentale ricordare come questa divenne popolare in seguito al discorso tenuto a Milano da Mussolini il 1° novembre dello stesso anno. 

    Entrando nel merito dei due schieramenti, non si può ignorare come i poco incisivi sostegni sovietici e messicani e un nobile, ma insufficiente supporto da parte di studenti e intellettuali di tutto il mondo non furono sufficienti a contrastare il ben più poderoso fronte franchista. Nello specifico, il contributo italiano consistette principalmente in truppe e munizioni, quello tedesco in veicoli, velivoli e armi. L’intervento italiano, così come quello tedesco, aldilà dell’instaurazione di un regime con istanze analoghe, non portò a risultati significativi: Franco, infatti, nel 1940, anche e soprattutto a fronte della fase di ricostruzione in cui versava il Paese, scelse di assumere una posizione diplomatica e prudente. Le ingenti spese sostenute da Hitler e Mussolini, dunque, non videro mai un ritorno diretto, né in termini economici, né tantomeno militari. 

    Quel che è certo è che la Guerra Civile Spagnola fu un conflitto estremamente singolare per caratteristiche generali e modalità di sostegno. L’elemento civile entro lo scontro necessita piena consapevolezza: non bisogna in alcun modo pensare a una divisione scarsamente significativa, esclusivamente amplificata da leaderismi e posizioni dell’ultimo minuto. Ciò che investì il Paese fu una spaccatura d’inquantificabile portata, che vide la costante contrapposizione tra artisti, intellettuali, militari e molto altro ancora. Una netta divisione all’interno della società, una vera e propria guerra civile. Quest’ultima ebbe un esito, come detto, in parte imputabile proprio al coordinato e massiccio fornimento militare ricevuto. 

    Articoli Recenti

    Lavoro, giovani ed Europa intervista a Susanna Camusso

    È oggi nostra ospite l'On. Susanna Camusso, senatrice del Partito Democratico e storica segretaria...

    Fumare uccide, ma è sempre meglio che sia legale

    Sulla scia di ciò che si era provato a fare a Novembre 2023 in...

    Family Tree: le origini dell’AVS

    Alleanza Verdi-Sinistra è l’unione elettorale promossa da Europa Verde di Angelo Bonelli e da Sinistra Italiana...

    Università e pressione sociale: agire prima che sia troppo tardi

    Catania, un’altra giovane vita spezzata: una studentessa tirocinante di Medicina si è recentemente tolta...

    Leggi Anche

    Lavoro, giovani ed Europa intervista a Susanna Camusso

    È oggi nostra ospite l'On. Susanna Camusso, senatrice del Partito Democratico e storica segretaria...

    Fumare uccide, ma è sempre meglio che sia legale

    Sulla scia di ciò che si era provato a fare a Novembre 2023 in...

    Family Tree: le origini dell’AVS

    Alleanza Verdi-Sinistra è l’unione elettorale promossa da Europa Verde di Angelo Bonelli e da Sinistra Italiana...